Su di noi

L’Equile di Lipica ha celebrato nel 2010 il suo 430° anniversario di attività.

L’inizio della sua storia risale infatti al lontano 1580, anno in cui è stato costituito l’Equile di Lipica, luogo di origine di tutti i cavalli lipizzani presenti nel mondo e oggi anche patrimonio storico culturale della Repubblica di Slovenia. L’attività principale dell’Equile consiste nell’allevamento, nella selezione e addestramento dei cavalli di pura razza, che avviene nel rispetto della tradizione che si perpetua ormai da secoli.

Nel corso degli anni Sessanta è stata fondata all’interno dell’Equile la Scuola d’equitazione classica, che prende ancora oggi parte a competizioni e manifestazioni equestri a livello mondiale.

Il patrimonio culturale dell’Equile di Lipica è insediato nel tipico paesaggio del Carso, dove l’offerta turistica trova un giusto binomio tra l’armoniosa integrazione e gli standard moderni.

L’offerta turistica negli ultimi anni si è arricchita di strutture ricettive ed attività ricreative come:

  • l’hotel
  • il campo da golf
  • il mini golf

Visione

L’obiettivo principale dell’Equile di Lipica è quello di creare le condizioni ideali per far divenire questa struttura un centro equestre riconosciuto a livello internazionale, situato all'interno di un quadro paesaggistico e culturale che rispetti i valori e le tradizioni carsiche, con una particolare attenzione alla conservazione del patrimonio storico.

Tra i progetti futuri dell’Equile di Lipica rientra la creazione di uno speciale istituto professionale di livello superiore, al quale venga affiancato anche il più importante allevamento di cavalli lipizzani al mondo.

Missione

La mission dell’Equile di Lipica è offrire un servizio di alto livello nel campo della riproduzione dei cavalli lipizzani, oltre che un tipo di equitazione che sia compatibile con la tutela, la preservazione e lo sviluppo del patrimonio culturale e ambientale.

Per la creazione di questo tipo di realtà, l’Equile ritiene di vitale importanza un coordinamento nello sviluppo di attività di sostegno del turismo e l'effettivo sfruttamento del potenziale economico: questo permetterà di percepire le risorse necessarie per il finanziamento della tutela della natura e, in secondo luogo, per stimolare la nascita di ulteriori attività.