horse
Programma giornaliero
date
10:00
Apertura dell`allevamento
10:00
 Visita guidata
13:00
 Visita guidata
16:00
Chiusura della Scuderia
Programma giornaliero
close

L’iscrizione dell’allevamento del cavallo Lipizzano nell’elenco rappresentativo del patrimonio culturale immateriale dell’UNESCO.

Lipica, 1. 12. 2022

La tradizione dell’allevamento del cavallo Lipizzano è stata il primo dicembre 2022, inserita nell’elenco rappresentativo del patrimonio culturale immateriale dell’umanità dell’UNESCO.

Sono state incluse nell’elenco rappresentativo le tradizioni dell’allevamento dei Lipizzani in tutti e otto i paesi che hanno partecipato all’iscrizione:

Le nazioni partner sono: Austria, Bosnia ed Erzegovina, Croazia, Italia, Ungheria, Romania, Slovacchia e Slovenia.

L’allevamento dei Lipizzani si basa ancora sui principi che risalgono alla seconda metà del XVIII secolo. La conoscenza dello sviluppo della razza, l’esperienza professionale, le pratiche quotidiane e le routine, le abilità e le competenze dei cavalieri, dei fantini, dei cocchieri, dei fabbri per l’allevamento e l’addestramento dei cavalli sotto la sella e al carro sono il requisito essenziale per l’allevamento pianificato.

Un aspetto importante legato a queste attività è la relazione tra l’uomo e il cavallo, basata sulla fiducia e sulla partnership, in cui il cavallo è considerato un partner pari o addirittura un membro della famiglia.

La riproduzione dei cavalli lipizzani si basa ancora sui principi che risalgono alla seconda metà del XVIII secolo. La conoscenza dello sviluppo della razza, la competenza e le esperienze pratiche sono prerequisiti per una riproduzione mirata, le pratiche quotidiane e le routine, le abilità e le competenze dei cavalieri, dei fantini, dei conducenti di carrozze, dei fabbri per la riproduzione e l’addestramento dei cavalli sotto la sella e in carrozza.

Un aspetto importante legato a queste attività è la relazione tra l’uomo e il cavallo, che si basa sulla fiducia e la collaborazione, in cui il cavallo viene trattato come un partner paritario o addirittura come un membro della famiglia.

La selezione del cavallo Lipizzano coinvolge le conoscenze e le abilità dei cavalieri, dei cavalieri di dressage, dei cocchieri, degli allenatori, dei produttori, dei veterinari e di altri che partecipano attivamente alla selezione.

I dipendenti dei maneggi statali sono i principali portatori dell’elemento. Negli allevamenti esistono ruoli speciali per i dipendenti responsabili della selezione, della riproduzione, dell’addestramento e dell’educazione. Mantengono registri, rispettano gli scopi e i metodi di selezione, le norme tradizionali e le routine del maneggio che si sono tramandate attraverso i secoli.

I produttori privati sono organizzati in associazioni locali, regionali o statali di produttori. Le comunità rurali svolgono un ruolo importante nell’esecuzione e nel trasferimento dell’elemento. Le intere famiglie sono coinvolte in vari aspetti e fasi della selezione e della monta, in particolare in Bosnia ed Erzegovina, in Croazia, in Ungheria e in Romania, nonché in Slovenia.

L’elemento coinvolge anche gli artigiani (ad esempio fabbri, sellai, sellari), diverse organizzazioni equestri strettamente legate alle comunità locali e coinvolte in tradizionali eventi festivi e folkloristici.

Congratulazioni a tutti i partecipanti!

Cosa fare a Lipica?

Visita dell’allevamento
da 18 €
Dressage
da 50 €
Gita in carrozza
da 30 €

La mandria nobile

Oltre a essere tra i più importanti purosangue storici d’allevamento, il Lipizzano è una delle razze di cavalli più antiche d’Europa e nel mondo, evolutasi e sviluppatasi dal 1580 – anno in cui fu fondata la scuderia – fino a oggi, proprio nell’Allevamento di Lipica. La scuderia fondò le proprie basi su numerosi test e verifiche della Scuola d’equitazione spagnola di Vienna, per poi svilupparsi nell’ultimo secolo in vari Stati dalla ricca tradizione nel campo dell’allevamento dei cavalli di razza, quali Austria, Croazia, Italia, Ungheria, Romania e Slovacchia.

Nel primo anno di attività furono acquistati per la riproduzione dei “cavalli carsici” – celebrati già nell’antichità e nel Medioevo per la loro bellezza, resistenza e struttura vigorosa – tre stalloni nobili dalla Spagna; invece, l’anno seguente, l’allevamento vide arrivare altri sei stalloni e 24 fattrici. Anche in seguito l’allevamento di questi esemplari di “cavalli carsici” – come si era soliti chiamare i purosangue di Lipica – fu ampliato con l’acquisto di altri cavalli nobili, provenienti in particolare dagli allevamenti spagnoli, napoletani, danesi e da Kladruby. Inoltre, dalla prima metà dell’Ottocento si aggiunsero anche i cavalli arabi.

Le fattrici vanno al pascolo
I giovani puledri
Il libro genealogico di Lipica (anno 1919)

Le linee classiche di stalloni e delle fattrici si sono formate a Lipica, per ironia della sorte, a cavallo dei secoli XVIII e XIX.

Le sei linee classiche degli stalloni Lipizzani:
  • Pluto Pluto (Pluto senior, 1765)
  • Conversano Conversano (Conversano senior, 1767)
  • NeapolitanoNeapolitano (Neapolitano senior, 1770)
  • Maestoso Maestoso (Maestoso senior, 1773)
  • Favory Favory (Favory senior, 1779)
  • Siglavy Siglavy (or. a. Siglavy senior, 1810)

 

Le fattrici capostipiti:

Nome del genere e la loro denominazione a Lipica

  • Sardinia (Betalka)
  • Spadiglia (Monteaura)
  • Argentina (Slava)
  • Africa (Batosta)
  • Almerina (Samira / Slavina)
  • Presciana / Bradamante (Bonadea / Boneta)
  • Englanderia (Allegra))
  • Europa (Trompeta)
  • Ivanka / Famosa (Navarra)
  • Deflorata (Canissa / Capriola)
  • Djebrin (Dubovina / Dalmatia)
  • Mercurio (Gratia / Gratiosa))
  • Theodorista (Wera / Torysa)
  • Rebecca – Thais (Thais)
  • Munja (Famosa / Strana)

 

 

konji

Kaj početi v Lipici

Visita dell’allevamento
da 18 €
Lo spettacolo della Scuola d’equitazione
da 25 €
Allenamento ufficiale
da 22 €
Skip to content